+39 0171 411527 info@europietre.it

Numeri civici in granito

blog-img

Numeri civici in granito

numeri-civici-in-granito

Una storia antica quella dei numeri civici, che vede origine fin dal 1700. In precedenza non esisteva una vera e propria numerazione che fosse univoca per ogni stabile, ma semplicemente gli edifici venivano identificati attraverso i quartieri dove risiedevano.

La numerazione ha preso piede a metà del 1700 quando numerosi stabili religiosi vennero dedicati a un uso pubblico, aumentando notevolmente il numero di edifici. La numerazione non seguiva l’ordine odierno, ma partiva dal numero 1 (dedicato solitamente ai palazzi più prestigiosi al centro del paese) e continuava progressivamente.

Oggi i numeri civici seguono altre regole. In particolare in Europa i numeri vanno dal centro verso la periferia, con le numerazioni dispari a sinistra e quelle pari a destra.

Ogni strada e ogni stabile ha adesso il suo numero, obbligatorio per legge. Il Comune di pertinenza solitamente rilascia alcuni numeri civici realizzati in plastica o altri materiali, ma ogni cittadino ha diritto a installare il numero civico nel materiale che preferisce: cotto, marmo, granito, ceramica, sono tra i materiali più utilizzati.

Scegliere di installare numeri civici in granito non è solo una scelta di stile ( i numeri sono decisamente belli da vedere), ma anche una scelta economica: questo tipo di materiale resiste nel tempo e non subisce alcuna modifica né nel colore né nello stile.

Dalla foto possiamo notare alcuni numeri con un’appendice: 10b e 12h. Le lettere indicano l’interno dello stabile. In alcuni casi vengono inserite le lettere quando lo stabile viene ingrandito nel corso del tempo e acquista un nuovo ingresso sulla sede stradale, ma la numerazione è già stabilita. Per evitare inconvenienti si sceglie dunque di inserire l’appendice.

applicazione-numeri-civici-granito-1 applicazione-numeri-civici-granito-2

Articoli correlati

I cordoli in pietra sono bellissimi e soprattutto molto resistenti. Disponibili in diverse finiture e misure, possono avere dei richiami catarifrangenti per garantire la massima sicurezza, qualora vengano utilizzati nelle isole spartitraffico o nelle rotonde stradali.  Ma i suoi utilizzi sono molteplici: possono infatti essere utilizzati per le strade e quindi per delimitare determinate zone, ma anche nei […]

Cosa sono i dissuasori? Regolamentati dall’art. 42 del Codice della Strada, i dissuasori sono dei dispositivi fissi o rimovibili, atti a impedire la sosta o il passaggio dei mezzi. Possono essere utilizzati anche per delimitare aiuole o aree pedonali, limitare aree verdi o zone private. In questo ultimo caso è il proprietario che deve farne richiesta […]

Leave a comments